Calcina

Impasto misto tra sabbia silicea, cemento, calce, acqua eseguito aggiungendo alla sabbia gli altri elementi ripartiti in parti uguali.

Lo scopo è di realizzare una malta resistente ma non troppo, in modo che non sia molto oneroso rimuoverla per future manutenzioni. La Calcina è usata tipicamente per la realizzazione di intonaci.

Negli intonaci esterni, secondo la durezza del clima, in media ogni 30 anni, l’intonaco risulta deteriorato e occorre ripristinarlo tutto o in parte. Se l’intonaco fosse realizzato in solo cemento il costo per il rifacimento sarebbe triplicato.